Bilancio positivo per Mipel

 

 

La 109esima edizione del salone della pelletteria Mipel si chiude oggi (17 febbraio) con un incremento del 6,9% nelle presenze di buyer rispetto alla manifestazione precedente. In lieve flessione i compratori internazionali, a causa delle defezioni da importanti mercati strategici per il made in Italy come la Russia, mentre gli italiani fanno segnare un incoraggiante +22,7%.

 

Spiccato anche l’interesse verso le collezioni da parte degli operatori statunitensi. «L'obiettivo perseguito da Mipel, e iniziato con il giro di boa dello scorso anno, è ambizioso ma possibile - commenta Roberto Briccola, presidente della rassegna -. Questa edizione conferma che la rotta è quella giusta. Le aree TheGlamourous e Scenario raccontano l'eccellenza made in Italy e possono rappresentare un modello di ricerca e sviluppo anche per i grandi marchi. Mipel, pur mantenendo la sua caratteristica di luogo di business, è anche uno spazio per il confronto e la collaborazione, da cui possono nascere virtuose sinergie».

 

 

(nella foto, un modello di J&C Jackyceline per l'autunno-inverno 2016/2017)

 

 

 

 

[articolo di fashionmagazine.it]